Pravda.ru

Italia

A Tokyo, a tutto cinema italiano!

30.04.2007
 

Ha preso il via sabato scorso, ma proseguirà fino al prossimo 5 maggio, il Festival del Cinema Italiano a Tokyo, quest'anno alla sua VII edizione.

Il Festival si conferma come l'appuntamento di cinema italiano più atteso dal pubblico del Sol Levante: una manifestazione unica, che ha saputo negli anni coniugare l'alta qualità culturale dell'iniziativa e la parte più strettamente commerciale. Più della metà dei film presentati durante la passata stagione sono stati in seguito acquistati per il territorio giapponese.

Il Festival, organizzato da Filmitalia in partnership con l'Asahi Shimbun – colosso editoriale giapponese – ed in collaborazione con l'Ambasciata Italiana e l'Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, gode dell'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana. La manifestazione nata nel 2001 in concomitanza dell'anno italiano in Giappone, è diventata un momento fondamentale per la nostra industria cinematografica, che si pone al terzo posto per presenza dopo Stati Uniti e Francia. L'appuntamento nel corso degli anni ha conquistato, oltre al pubblico che è letteralmente quintuplicato arrivando alle 15.000 presenze della scorsa edizione, l'attenzione della stampa e l'interesse dei distributori giapponesi.

L'edizione 2007 presenterà una selezione della più recente produzione italiana: quindici film e cinque cortometraggi, molti dei quali introdotti dai registi ed attori. Tra questi, "Anche libero va bene" di Kim Rossi Stuart, "Il Regista di matrimoni" di Marco Bellocchio, "Nuovomondo" di Emanuele Crialese, "N (Io e Napoleone)" di Paolo Virzì, "Il mio miglior nemico" di Carlo Verdone, "Romanzo Criminale" di Michele Placido, "La stella che non c'è" di Gianni Amelio, "A casa nostra" di Francesca Comencini, "La Strada di Levi" di Davide Ferrario, e "All the invisible children" di Mehdi Charef, Emir Kusturica, Spike Lee, Katia Lund, Jordan e Ridley Scott, Stefano Veneruso, John Woo.

Alle proiezioni e agli incontri con buyers, stampa e istituzioni sarà presente anche la nutrita delegazione artistica, accompagnata in Giappone dal presidente di Filmitalia Irene Bignardi e composta da Kim Rossi Stuart, Jasmine Trinca, Elio Germano, Giacomo Rizzo, Davide Ferrario, Cristiano Bortone, Stefano Venaruso e Agostino Ferrente, per la stampa Paolo Giaccio, Alberto Dentice ed il fotografo Pietro Coccia.

| Ancora
2548