Pravda.ru

Italia

Aumenta l'indebitamento delle famiglie italiane con le banche

23.02.2007
 

L'indebitamento medio delle famiglie italiane con le banche in un anno e' cresciuto del 10,85% arrivando a toccare, nel settembre 2006 (ultimo dato disponibile), la quota di 17.854 euro. La stima e della Cgia di Mestre secondo cui la media del 2005 si era attestata sui 15.916 Euro.

Nella graduatoria provinciale e' Bolzano la piu' ''esposta'' con il sistema bancario con un indebitamento familiare medio pari a 31.437 euro, seguita da Lodi (25.710 euro), da Siena (25.368 euro) e da Mantova (24.929 euro).

Altrettanto interessante, pero', accanto alle quantita' di indebitamento in termini assoluti e' quella che riguarda l'incremento in termini percentuali rispetto al 2005. Cosi' accanto ad una media nazionale del + 10,85%, emerge l'aumento piu' elevato registrato a livello nazionale tra le famiglie di Reggio Emilia pari al + 18,19%, secondo e' quello dei nuclei napoletani (17,61%), al terzo posto troviamo i casertani con il + 16,48% e al quarto le famiglie genovesi per le quali l'indebitamento con le banche tra il settembre 2005 e lo stesso mese del 2006 e' salito del + 16,43%.

Ecco come si spalma l'indebitamento da podio e come si differenziano le classifiche quando si tratta di cifre in termini assoluti e di percentuali. Perche' se i record assoluti dell'indebitamento vanno al centro e al nord, i primati dell'incremento vanno al centro sud.
''Innanzitutto - dice Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA di Mestre - le citta' piu' indebitate sono quelle che registrano anche i livelli di reddito piu' elevati. Non e' da escludere che tra questi 'indebitati' vi siano anche delle famiglie appartenenti alle fasce sociali piu' deboli.

Tuttavia, appare evidente che la forte esposizione in queste realta', soprattutto a fronte di significativi investimenti nel settore immobiliare, ci deve preoccupare relativamente.
Alta cosa e' quando analizziamo la variazione di crescita registrata nell'ultimo anno. Nei primissimi posti abbiamo molte citta' del Sud.

Cio' sta a significare che questo aumento e' probabilmente legato al perdurare della crisi economica che ha indotto molte famiglie a ricorrere a prestiti bancari per affrontare questa difficile situazione''.

Fonte: www.canisciolti.info

| Ancora
2327