Pravda.ru

Italia

Prodi: “Ridurre le spese”. E invita tutti in albergo

14.06.2006
 
Prodi: “Ridurre le spese”. E invita tutti in albergo

Eh, si, bisogna proprio ridurre le spese in Italia: i soldi in cassa sono pochi, Berlusconi ha lasciato il Paese in brache di tela. Quindi, concludono i vertici del centro sinistra, è necessario prendere misure urgenti, se non si vuole che la situazione diventi irreversibile. Allora, Prodi ha una bella pensata: riuniamo i ministri lontano da Roma, chiudiamoci in conclave e decidiamo subito il da farsi.

Detto, fatto. Molti di voi lo sapranno: il summit si è tenuto in un grande albergo di San Martino in Campo, vicino Perugia, ed ha emesso il verdetto. Manovra bis, cioè è urgente togliere i soldi dalle tasche degli italiani con nuove tasse. Okay, ormai il dado è tratto e presto sapremo dal ministro Padoa Schioppa quanto ognuno di noi dovrà sborsare allo Stato. Pazienza. Senonchè, queste misure hanno un “lato debole”. A scoprirlo (si fa per dire) è un prestigioso giornale inglese, l'Economist, il quale affonda il dito nella piaga. Scrive testualmente il quotidiano d'oltre Manica: “Solo in Italia provvedimenti del genere (di austerità) possono essere introdotti riunendosi in un albergo di lusso”. La cattiveria è tipicamente britannica: un mixage di humour e realtà che colpisce al cuore la vittima.

Insomma gli inglesi, ironicamente, ci prendono per i fondelli, perché - sostengono - solo un Paese come l'Italia può varare simili misure quando i suoi ministri sono comodamente sistemati in un hotel a quattro stelle.Tagli alle spese, d'accordo, ma era proprio “morale” deciderli nel momento in cui si è chiusi in conclave non in una caserma o un'accademia militare, ma in un albergo pieno di tutti i confort?

Gesto inopportuno tanto più che quelli che sono ora maggioranza ne dicevano di tutti i colori quando il Cavaliere riuniva ad Arcore o in Sardegna i suoi fedelissimi.

L'Economist descrive la giornata dei nostri ministri. In piscina, a passeggiare nel parco, seduti a tavola a consumare un pranzo di cinque portate. Per l'esattezza, antipasto, risotto, filetto di maiale, contorno, dessert, caffè ed ammazzacaffè. Eppure qualcuno si è lamentato: “Il mio frigo bar è vuoto; la vista non è sul parco; i servizi igienici sono carenti”.

Appena finito il meeting, lettere e telefonate hanno riempito i giornali. E' sceso il silenzio sulla riunione, ma l'Economist ha denunciato lo scandalo. Mi domando: possibile che un cattolico moralista come Romano Prodi non abbia potuto immaginare e prevenire un uppercut del genere?

*BRUNO TUCCI

Presidente Ordine dei Giornalisti Lazio

| Ancora
2957