Pravda.ru

Italia

Gli italiani e l’euro: pareri discordanti sulla moneta unica

12.12.2006
 
Gli italiani e l’euro: pareri discordanti sulla moneta unica

Gennaio 2001: l’euro diventa realtà, sostituendo le vecchie care lire.
Gennaio 2006: l’euro compie il primo lustro e la IPR Marketing, società operante nei sondaggi di opinione, traccia un bilancio della moneta unica.

Secondo il sondaggio, il 61% degli italiani reputa che l`introduzione dell`Euro sia stata uno svantaggio, a fronte del 33% che invece ritiene abbia portato principalmente dei vantaggi per i cittadini. Da notare come la percezione negativa rispetto alla moneta unica aumenti con il crescere dell`età degli intervistati: i giovani sono divisi a metà tra chi reputa l`Euro uno svantaggio per l`Italia e chi invece ritiene sia stato un vantaggio; tra adulti e over 54 invece rispettivamente il 63% e il 67% ritiene che l`Euro abbia rappresentato uno svantaggio.

Comunque fa sapere l’IPR Marketing che, nonostante il giudizio negativo sull`Euro, la maggioranza degli italiani non tornerebbe indietro. Anche in questo caso, meno entusiasti gli anziani (47%) rispetto ai giovani (63%) e adulti (52%).

Di certo, il 76% degli intervistati ha percepito, negli ultimi 5 anni un forte aumento dei prezzi, in particolare nel comparto alimentare (69%) e nel settore abbigliamento (40%).
Cosa sia aumentato in maniera spropositata è sotto gli occhi di tutti: soprattutto nei settori della ristorazione (pizzerie, bar, ristoranti), ma anche nel settore immobiliare (qui ci sono però elementi congiunturali che hanno portato il mercato immobiliare ad un boom, a prescindere dall’introduzione dell’euro).

In compenso, alcuni beni sono addirittura diminuiti di prezzo: acqua minerale, spaghetti, pancarrè. Troppo pochi per essere “percepiti” dal cittadino-consumatore.
E poi, dimentichiamo che oggi abbiamo un euro forte contro dollaro, il che ci mette al riparo da spinte inflazionistiche dovute alle soventi e spesso pretestuose svalutazioni alle quali ci aveva abituato la nostra povera liretta...

Certo che viene da chiedersi: cosa ha provocato gli aumenti ingiustificati nei prezzi, tali per cui una pizza margherita che costava 4.000 lire ora costa 4 euro (7.745 lire)?
Sicuramente la causa principale è stata la mancanza di controlli nella fase del change over.

L’UE aveva previsto delle commissioni specifiche che si occupassero degli arrotondamenti, ma il contorto cambio a 1.936,27 ha “regalato” ai commercianti quelle 63,73 lire (pari a 3 centesimi di euro) che hanno fatto felici tanti negozianti con arrotondamenti disinvolti.

Come si fa a disconoscere che all’epoca non sono state adottate le dovute precauzioni per assicurare la stabilità dei prezzi e la corretta applicazione della regola di conversione e arrotondamento? Qui la responsabilità è del centro-destra che all’epoca non ha saputo (o voluto) istituire un Osservatorio per il monitoraggio sui prezzi a suo tempo pensato dal centro-sinistra.

Si è pensato a chiudere la stalla solo dopo che i buoi erano scappati: a fine 2003 sono stati istituiti a livello locale appositi Osservatori composti da rappresentanti delle organizzazioni dei consumatori, delle imprese, del commercio, dei servizi e dei lavoratori dipendenti sotto il coordinamento di un Osservatorio nazionale istituito presso il ministero delle Attività Produttive.

Bello, ma fuori tempo massimo. Nel frattempo, la raffica di aumenti che si sono abbattuti sui consumatori era diventata irrevocabile.

Parte di colpa (pur se in buona fede) è anche da attribuire a noi utenti-consumatori, soprattutto per un banale quanto fatale “errore di percezione” grazie al quale vedere i prezzi “sgonfiati” dall’euro ha indotto molti a sentirsi all’improvviso “ricchi”, non considerando che 100 euro sono quasi 200.000 lire.

E così le 500 lire che lasciavamo di mancia al cameriere del ristorante sono ora diventate almeno 1 euro (quasi 2.000 lire) quando non sono 2. Con somma gioia di chi ci ha servito una cena e con estremo dolore per i nostri sempre più poveri bilanci familiari di fine mese…

| Ancora
4492