Pravda.ru

Italia

Prodi spia del KGB?

04.06.2006
 
Prodi spia del KGB?

In Europa e' scoppiato lo scandalo legato alle accuse di spionaggio nei confronti del primo ministro italiano Romano Prodi. Nei mezzi d'informazione sono apparse conferme sul fatto che all'epoca della "guerra fredda" Prodi era una spia del KGB a Roma.

La fonte d'informazioni e' rappresentata dall'ex colonnello dei servizi segreti russi (FSB) Aleksandr Litvinenko che dal 2001 e' reisidente in Gran Bretagna. Il membro del parlamento britannico Gerard Batten ha comunicato ai deputati del parlamento europeo che Litvinenko all'epoca della guerra fredda prendeva seriamente in considerazione l'ipotesi di passare dalla parte dell'Italia. Tuttavia una fonte del KGB lo avviso' dell'inutilita' di questa decisione: "In Italia ci sono gia' molti agenti del KGB tra i politici. Il nostro uomo la' e' Romano Prodi", dissero a Litvinenko.

In relazione alla divulgazione di tale informazione, i deputati del parlamento europeo hanno deciso di dare il via ad un'inchiesta ufficiale e da parte sua, Romano Prodi ha categoricamente smentito di essere una spia sovietica, sottolinenando che la notizia e' stata divulgata da uno dei quotidiani di appartenenza del suo rivale nel corso delle ultime elezioni, Silvio Berlusconi.

Queste non sono le prime insinuazioni nei confronti di Romano Prodi, il quale gia' durante l'ultima recente campagna elettorale fu costretto a smentire accuse del genere. Va sottolineato il fatto che queste ultime accuse nei suoi confronti sono emerse a poche ore dal suo incontro in veste di primo ministro con Tony Blair, incontro programmato nel quadro di una visita di cortesia che Prodi ha effettuato durante le festivita' in Italia nei confronti del premier inglese.

Tratto da: www.utro.ru

| Ancora
1999