Pravda.ru

Italia

Evviva la bicicletta: e'salutare, ecologica ed economica

02.08.2006
 
Evviva la bicicletta: e'salutare, ecologica ed economica

L’innocua bicicletta può percorrere chilometri e chilometri con appena un goccio d’olio e con il combustibile più semplice che si possa immaginare: da una mela ad una bistecca.

Gli scienziati vedono nella bicicletta un’invenzione quasi perfetta. Secondo Stuart Wilson, docente di ingegneria all’Università di Oxford, una persona in bicicletta è il più efficiente tra tutti i semoventi, superando, per prestazioni, un gabbiano in volo, un salmone, un cavallo, un elicottero o un aviogetto.  Oltre l’efficienza, c’è la salute.

Un’indagine effettuata, qualche anno fa, dal Centro di Medicina Sportiva Medisport di Milano, su 50 cicloamatori dai 15 ai 65 anni, ha dimostrato che tutti avevano una frequenza cardiaca inferiore alla media, una capacità polmonare superiore e un’eccellente reazione alle prove sotto sforzo.  E, poi, ci sono i vantaggi economici.  Niente tassa di circolazione né bollo per la patente. I pneumatici nuovi non prima di 4000 chilometri.

Non c’è, dunque, da stupirsi se, negli ultimi anni, schiere di persone di tutta Italia vadano a lavorare, ogni giorno, in bicicletta. Basti pensare al tempo che si guadagna in fatto di parcheggio.  Per incoraggiare questo esercito di ciclisti, diverse città, come Modena, Ferrara e Parma, hanno liberato dal traffico automobilistico alcune strade urbane, convertendole in piste ciclabili.

A Torino (la città che ha più verde in Italia e più chilometri di piste ciclabili) hanno, invece, creato corsie ciclistiche lungo le vie più intasate di traffico, curando, in particolare, gli itinerari di sicurezza negli incroci. Sono piste protette e riservate, che si estendono, in totale, per oltre cento chilometri (destinati ad aumentare nei prossimi anni), con delle rastrelliere per il parcheggio disseminate lungo il percorso.

Ma anche a Vicenza, Roma, Milano, Bologna e Napoli si trovano piste ciclabili di tutto rispetto. A Brindisi vi è una pista ciclabile extraurbana di quaranta chilometri, che collega il capoluogo con Grottaglie.

Per chi ama trascorrere il week-end pedalando, in Italia esistono percorsi ciclabili molto suggestivi. Si può, ad esempio, partire da Roma e raggiungere la Giustiniana passando per Cerveteri e Bracciano. Oppure da Napoli, toccare Portici, Ercolano, Torre del Greco, Boscoreale, Somma Vesuviana e ritornare a Napoli. Ed infine, le meravigliose campagne della nostra Capitanata, che ci permettono, in piena natura, lunghi percorsi in bicicletta.

Chi pedala, segue la strada giusta. Giova a se stesso senza nuocere agli altri.

| Ancora
2975