Pravda.ru

Cronaca e avvenimenti » Terrorismo

Strage in Egitto: Dahab si bagna di sangue

25.04.2006
 
Strage in Egitto: Dahab si bagna di sangue

Nuova strage in Egitto: tre bombe ad orologeria comandate a distanza, sono esplose ieri sera nella località turistica egiziana di Dahab, situata ad un centinaio di chilometri da Sharm el-Sheikh.

Il bilancio provvisorio sarebbe di almeno 30 morti e circa 160 feriti, tra i quali alcuni italiani.

L'emittente satellitare "Al-Arabiya" ha dato la notizia secondo la quale ci sarebbero cittadini italiani fra i 160 feriti ricoverati in un ospedale nei pressi di Dahab, sebbene al momento non ci siano conferme ufficiali.

I tre ordigni sono esplosi alle 19.15 ora locale rispettivamente in un ristorante, in un supermercato ed in un albergo della località balneare egiziana.

Dahab era particolarmente affollata al momento delle espolsioni: in questi giorni infatti si celebrano sia la festa della primavera, che in Egitto dura cinque giorni, che la Pasqua copta.

Dahab è solitamente frequentata soprattutto da turisti europei provenienti da svariati paesi nonche' dai locali turisti egiziani.

Non ci dovrebbero essere dubbi sulla natura terroristica dell'attentato che ha provocato profondo sdegno.

Il presidente egiziano Mubarak ha cosi' commentato l'accaduto: "I responsabili di questo atto terroristico odioso devono essere perseguiti e puniti conformemente alla legge", mentre il presidente americano George Bush ha condannato "con forza" il triplice attentato, definendolo un "atto di odio", "ignobile atto di terrorismo".

| Ancora
1862