Pravda.ru

Cronaca e avvenimenti » Disastri, catastrofi

Il Nostradamus del Ministero dell'emergenza fa previsioni sconosolanti per il 2006

06.03.2006
 
Pagine: 12
Il Nostradamus del Ministero dell'emergenza fa previsioni sconosolanti per il 2006

Oggi ricorre il quindicesimo anniversario dalla fondazione del Ministero per le situazioni d'emergenza in Russia (MCS). Il cittadino semplice vede con i propri occhi il lavoro svolto dall'MCS piu' spesso di qualsiasi istituzione - incendi spenti, estrazione di persone da sotto le macerie, ecc. In occasione del giubileo del ministero e della fine dell'anno di attivita' da parte dell' MCS, nel corso di una conferenza stampa ha parlato il ministro del dicastero in questione, Serghej Shoygu'.

Quotidianamente nel paese scoppiano centinaia di incendi, succedono decine di gravi incidenti stradali, crollano edifici, scoppiano tubature del gas, cadono aerei ed elicotteri, e per primi sul luogo dell'accaduto si precipitano sempre i collaboratori dei servizi di salvataggio dell'MCS. "Ogni anno i nostri collaboratori salvano 90.000 persone, spengono piu' di 200.000 incendi e neutralizzano piu' di 70.000 ordigni pericolosi, in maggior parte bombe rimaste inesplose dai tempi della Grande guerra patriottica", - ha fatto un eloquente bilancio dell'attivita' del proprio ministero Shoygu'.

La maggior parte delle situazioni d'emergenza e' collegata al trasporto. Ripondendo alla domanda relativa a quale tipo di trasporto procura i maggiori grattacapi all'MCS, Shoygu' ha subito citato le automobili. "Il mal di testa principale ce lo procura il trasporto automobilistico. In sette casi su dieci si ricorre all'aiuto da parte nostra. Inoltre e' molto difficile pronosticare il quantitativo di incienti stradali. Malgrado tutto, vorrei far notare alcuni successi da parte nostra. A Mosca e' gia' pienamente funzionante il servizio di trasporto in elicottero direttamente all'ospedale di persone rimaste ferite in occasione di incidenti stradali. Tale servizio e' in fase di organizzazione a San Piteroburgo e in fututo intendiamo estenderlo a tutto il paese", ha dichiarato il capo dell'MCS.

Gli incidenti ferroviari non hanno una statistica confortante. Grazie a Dio nel nostro paese gravi incidenti ferroviari avvengono piu' raramente rispetto all'India e al Pakistan, tuttavia secondo Shoygu', non vale la pena rilassarsi. Il ministro ha fatto notare che una particolare preoccupazione e' originata dallo stato dei raccordi d'ingresso di aziende industriali e, secondo le sue previsioni, nel 2006 la quantita' di incidenti su raccordi simili e' destinata solo a crescere.

Un grande lavoro va svolto anche per cio' che concerne il trasporto aereo - periodicamente terribili catastrofi aeree e cadute di elicotteri sconvolgono la Russia. "Per noi e' molto importante ottenere una riduzione delle aziende aeree, dal momento che la maggior parte di esse non e' in grado di garantire il servizio di manutenzione di aerei ed elicotteri nella maniera dovuta. Ad esempio, proprio su elicotteri di medie imprese hanno effettuato il loro ultimo volo i presidenti delle regioni di Krasnojarsk e Sahalin Aleksandr Lebed e Igor Farhutdinov", - ha dichiarato Shoygu'. Ha altresi' aggiunto che nel 2005 e' stato introdotto il sistema di rilevazione di tutti i trasporti aerei, cosa che ha permesso di salvare la vita all'equipaggio e ai passeggeri dell'elicottero M-8 in Jakutia.

Parlando delle previsioni relative a cataclismi naturali per il 2006, Shoygu' si e' soffermato sulle questioni delle slavine, straripamenti ed incendi boschivi. "Per cio' che concerne il 2006 ci aspettiamo un peggioramento della situazione relativa agli straripamenti. Il fatto e' che in Jakutia e' caduta troppa poca neve e di conseguenza, in primavera sul fiume Lena ed i suoi affluenti, si potra' verificare una situazione pesante per cio' che riguarda straripamenti ed ingombri vari causati dal ghiaccio. I fiumi settentrionali, di regola, fanno parlare di se' ogni anno e noi stiamo gia' intraprendendo una serie di operazioni preventive. La situazione delle slavine e' complessa sia nel Caucaso settentrionale come nell'Estremo Oriente ed in Siberia. Inoltre, il pronostico degli incendi boschivi e' sconfortante dal momento che nel 2006 il loro quantitativo e' destinato a crescere", - ha dichiarato il capo dell'MCS.

Inoltre Shoygu', si e' soffermato particolarmente sull'esattezza delle previsioni relative alle situazioni d'emergenza. "Le previsioni piu' esatte riguardano straripamenti ed incendi boschivi, fino al 75%. Per questa ragione, iniziare un lavoro preventivo in questa direzione comporta le difficolta' maggori. Per cio' che concerne i terremoti, la previsione e' a lungo termine, 10 anni, e meglio se non si avverera'. Ma noi, in base alla previsione relativa ad un possibile terremoto in Kamchatka, ci troviamo costantemente all'erta. Per cio' che riguarda incidenti a carattere industriale, sara' importantissima la statistica relativa allo stato delle aziende. Se disponiamo di informazioni dettagliate e delucidanti sullo stato di questa o quell'azienda, faremo piu' in fretta a reagire. Ad esempio, in tutto il paese esistono 15.000 gasdotti obsoleti che possono esplodere in ogni momento", - ha sottolineato il capo dell'MCS.

Pagine: 12
| Ancora
5446