Pravda.ru

Cronaca e avvenimenti

Aereo armeno si schianta nel Mar Nero: 113 morti

03.05.2006
 
Aereo armeno si schianta nel Mar Nero: 113 morti

Un aereo della compagnia armena Armavia si e' schiantato questa mattina nel Mar Nero a circa cinque chilometri dal punto di destinazione. Le squadre di soccorso continuano a recuperare dall'acqua i corpi dei passeggeri periti nella sciagura. Un portavoce ufficiale dell'agenzia EMERCOM ha successivamente dichiarato che tutti i 113 passeggeri che si trovavano a bordo dell'aereo hanno perso la vita. Nessuno dei corpi finora recuperati era dotato di giacchette di salvataggio, il che sta a significare che non si' e' avuto nemmeno il tempo di prepararsi ad un atterraggio di emergenza.

Il portavoce del Ministero per le situazioni d'emergenza, Viktor Belsov, ha affermato che l'Airbus A-320, appartenente alla compagnia armena Armavia, e' scomparso dai radar a circa quattro miglia dalla costa ed e' finito in mare dopo aver effettuato una manovra al di sopra dell'aereoporto di Adler, in prossimita' del punto di destinazione, la citta' di Soci, nel sud della Russia.

Funzionari della compagnia Armavia sostengono che la sciagura sia dovuta alle cattive condizioni del tempo, ma il direttore regionale del Ministero per le situazioni d'emergenza Serghej Kubinov, non eslclude la concomitanza di problemi di carattere tecnico. Esclusa per ora l'ipotesi legata ad un attentato terroristico.

L'aereo e' scomparso dai radar intorno alle ore 2.15 di notte mentre si trovava in volo da Erevan diretto a Soci, sprofondando di circa 300 metri nell'acqua dopo l'impatto. Attualmente 19 imbarcazioni di salvataggio sono impegnate nelle operazioni di recupero delle salme.

A bordo dell'aereo c'erano 36 donne, 63 uomini e 8 membri dell'equipaggio. 26 di loro erano cittadini russi, mentre tutti gli altri, ad eccezione di una paseggera ucraina, erano cittadini armeni.

| Ancora
2056